Apple brevetta il MacBook Pro con superficie touch e caricabatterie per iPhone

Apple sta lavorando a un MacBook Pro molto particolare, dotato di superficie touch accanto alla tastiera e di ricarica wireless per iPhone.

Il futuro dei MacBook Pro potrebbe offrire agli utenti non solo un nuovo modo per caricare gli iPhone, ma anche una sorta di tavoletta grafica integrata.

macbook pro iphone

 

Il nuovo brevetto Apple, intitolatoDevice having integrated interface system“, mostra un MacBook Pro con alcune soluzioni hardware molto interessanti.

In pratica, Apple vuole sfruttare al meglio tutto lo spazio intorno alla tastiera e per farlo potrebbe integrare una parte touch e una parte per la ricarica wireless degli iPhone.

Anche a livello di design, nel brevetto si legge che il nuovo MacBook Pro potrebbe utilizzare un “materiale dielettrico trasparente può formare una superficie di ingresso continua o senza soluzione di continuità che può migliorare l’aspetto del dispositivo senza avere gli svantaggi di alcune soluzioni utilizzate su dispositivi tradizionali“. Proprio l’utilizzo di questo materiale, consentirebbe agli utenti di sfruttare l’intera superficie del MacBook Pro.

In primis, con un caricabatterie per iPhone integrato. Potrai quindi posizionare il tuo iPhone sul MacBook Pro e farlo caricare automaticamente mediate tecnologia MagSafe, che assicurerebbe anche una certa stabilità grazie agli appositi magneti.

Il MacBook Pro del futuro consentirebbe poi di sfruttare tutta la superficie del dispositivo:

Il sistema di rilevamento della forza può essere configurato per determinare se un palmo di un utente è appoggiato sulla regione del trackpad. In risposta al sistema di rilevamento della forza che determina che il palmo dell’utente non è appoggiato sulla regione del trackpad, il computer portatile può impostare diverse soglie di utilizzo.

Nella pratica significa che, se stai appoggiando i palmi delle mani su questa superficie, il sistema li registra e non reagisce ad ogni leggero tocco o movimento. Se invece non hai i palmi delle mani appoggiati sul Mac, allora la superficie può rispondere anche al più piccolo dei movimenti che rileva.

Tradotto, nel secondo caso possiamo sfruttare la superficie come vera e propria tavoletta grafica.

macbook pro tablet

Potremo quindi utilizzare l’intera area intorno alla tastiera non solo come trackpad, ma anche per creare disegni sul MacBook Pro sfruttando accelerometri, sensori di posizione e tanto altro.

Cosa ne pensate?

Mac mini in sconto su

Brevetti