Apple brevetta il feedback tattile avanzato sui MacBook

Il futuro dei MacBook potrebbe essere sempre più legato al feedback tattile.

Apple vuole espandere l’uso del feedback tattile sui  MacBook, almeno secondo un nuovo brevetto depositato in queste ore.

feedback tattile macbook

Il brevetto, intitolato “Laptop computing device with discrete haptic regions“, spiega come un MacBook potrebbe fornire un feedback tattile notevolmente ampliato in più aree.

A partire dai MacBook 2015, Apple ha incluso il trackpad Force Touch su tutti i suoi nuovi laptop, come MacBook Pro e MacBook Air. Oltre alla capacità di rilevare la pressione esercitata sul trackpad, il Force Touch fornisce anche un feedback tattile. Sui MacBook, il feedback tattile viene utilizzato per simulare un clic fisico, quando il trackpad è invece effettivamente statico. Inoltre, può offrire utili informazioni contestuali insieme al contenuto sullo schermo. Ad esempio, quando si sposta una forma in un documento o in un foglio di calcolo, viene utilizzato il feedback tattile per consentire agli utenti di percepire quando è allineata con un margine o un altro oggetto.

Sebbene la sensazione tattile sia stata finora riservata al trackpad, Apple sta ora studiando come espandere il feedback tattile a più aree dei MacBook.

Apple suggerisce che l’utilità del feedback tattile può essere migliorata ampliandola in diverse aree per offrire una gamma più ampia di informazioni. Ad esempio, il feedback tattile potrebbe essere fornito distintamente a sinistra, al centro e a destra di un MacBook. Apple chiama questo sistema “aptica localizzata nello spazio“.

Alcuni elementi tattili localizzati nello spazio possono sovrapporsi, ma ognuno ha il proprio attuatore tattile individuale. Apple suggerisce che queste aree potrebbero anche essere in grado di accettare l’input tattile per attivare il feedback. È interessante notare che il brevetto rileva che i “sensori di forza” possono essere utilizzati per rilevare l’input di pressione, presumibilmente come l’attuale implementazione all’interno del Trackpad.

Il sistema prevede una sensazione tattile così diffusa che “un’area di input può comprendere parte dell’alloggiamento di un dispositivo elettronico ed essere abbastanza grande da consentire a un utente di toccare più porzioni dell’area di input contemporaneamente”. Nel brevetto, si legge anche che la sensazione tattile localizzata nello spazio sia molto più distintiva del normale feedback tattile, consentendo agli utenti di “distinguere chiaramente tra uscite tattili in diverse aree“.

In termini di usi pratici, il brevetto suggerisce che questo sistema di aptiche localizzate nello spazio potrebbe essere utilizzato in risposta alla forza che l’utente esercita sui tasti della tastiera. In alternativa, la sensazione tattile localizzata può fornire uscite tattili distinte da entrambi i lati del poggiapolsi, come per una notifica.

Più o meno allo stesso modo in cui Apple utilizza diversi suoni di avviso su macOS per indicare notifiche diverse, la sensazione tattile localizzata nello spazio può offrire una varietà di feedback tattile per i vari avvisi. In alcuni casi, “più output tattili possono essere forniti simultaneamente” per produrre una sensazione diversa e avvisare un utente della presenza di più notifiche.

Cosa ne pensate?

MacBook Air M1 in sconto su

Brevetti