Brevetto Apple illustra la ricarica wireless inversa su MacBook

Un nuovo brevetto di Apple mostra come potrebbe adottare la ricarica wireless inversa sui propri MacBook in futuro.

Il brevetto Apple di cui vi parliamo oggi illustra come l’azienda di Cupertino stia pensando di introdurre la ricarica wireless inversa sulla linea MacBook del futuro.

La tecnologia di ricarica wireless inversa permette al dispositivo che ne è dotato di ricaricare un altro device dotato di ricarica wireless, semplicemente appoggiandolo sopra. Si tratta di una tecnologia che abbiamo visto di recente su alcuni smartphone di Samsung e Huawei e che in molti si aspettavano arrivasse anche sulla gamma iPhone 11. Purtroppo però questo non è successo, forse perchè Apple ritiene inutile dotare questo tipo di dispositivo di tale tecnologia, che sarebbe più appropriata su un notebook.

Il brevetto di cui parliamo oggi immagina un notebook con una superficie in grado di ricaricare tramite wireless un altro dispositivo, che sia un iPhone o un Apple Watch. Dal brevetto possiamo notare come sarebbe possibile ricarica un dispositivo semplicemente poggiando ai due lati del touchpad, oppure sul retro del MacBook.

Nella parte superiore potremmo, ad esempio, ricaricare un Apple Watch o un iPhone, mentre nella parte inferiore sarebbe più comoda per ricaricare un iPad. Questo sarebbe possibile grazie all’utilizzo di uno speciale rivestimento in titanio illustrato nel brevetto “Textured Surface for Titanium Parts”. Questo brevetto si riferisce a tecniche per incidere una superficie di un substrato di titanio. Più in particolare, si riferisce a sistemi e metodi per ottenere una finitura superficiale opaca per il substrato in titanio che potrebbe essere applicata ad Apple Watch, iPhone, iPad e Mac.

Ovviamente vi ricordiamo che al momento si tratta solo di un brevetto, e non vi è alcuna certezza sulla possibilità che Apple adotti realmente tale tecnologia in futuro sui propri dispositivi. Al momento la ricarica wireless inversa è ancora una tecnologia acerba, per cui è possibile che l’azienda deciderà di adottarla quando sarà più matura.

Brevetti