Apple vorrebbe portare un audio simile a HomePod su MacBook Pro

In questo brevetto Apple vorrebbe modificare gli altoparlanti tradizionali di un MacBook Pro, in maniera simile a quanto avviene con HomePod.

Apple continua a lavorare per migliorare la qualità del suono degli altoparlanti, in particolare quelli su MacBook Pro o simili. In un nuovo brevetto, la società descrive come una traccia audio può essere elaborata in modo tale che sembri provenire da “altrove in uno spazio interno coperto, piuttosto che direttamente da un altoparlante“.

macbook pro 13

Nella domanda di brevetto  numero 10.524.080, intitolata” Sistema per spostare un suono virtuale lontano da un ascoltatore che utilizza un Crosstalk Canceller” Apple afferma:

L’elaborazione del segnale audio per l’acustica virtuale può migliorare notevolmente la visione di un film, di uno sport, un videogioco o un’altra esperienza di visualizzazione dello schermo, aggiungendo quasi la sensazione di “essere lì“.

Vari algoritmi di elaborazione audio noti, eseguiti da processori digitali, modificano uno o più segnali audio digitali registrati, sintetizzati, miscelati o prodotti in altro modo, in modo da posizionare una sorgente virtuale secondo la modellazione basata sulla percezione umana del suono, incluso il ruolo dell’acustica dell’orecchio, altre superfici riflettenti e assorbenti, la distanza e l’angolo della sorgente e altri fattori.

Sebbene il brevetto in questione descriva gli altoparlanti di un laptop, Apple afferma che questo brevetto copre l’audio virtuale proveniente da una qualsiasie sorgente audio, comprese le cuffie.

Nel caso delle cuffie, i segnali audio appositamente elaborati vengono inviati alle orecchie sinistra e destra di un ascoltatore senza la diafonia che viene inevitabilmente ricevuta dalle orecchie durante l’ascolto di altoparlanti stereo.

Apple afferma che utilizzando “la cancellazione dell’onda sonora nell’aria che circonda l’ascoltatore” è possibile controllare l’audio.

Per gli spettatori e gli ascoltatori che preferiscono gli altoparlanti, ad esempio quelli che possono essere integrati in un computer portatile, in alcuni sistemi acustici virtuali viene utilizzato un Crosstalk Canceller per produrre suoni da più altoparlanti in modo tale che, ad esempio, un segnale audio “sinistro” venga prevalentemente ascoltato solo all’orecchio sinistro dell’ascoltatore e un segnale audio “destro” venga prevalentemente ascoltato solo dall’orecchio destro dell’ascoltatore.

Ciò consente ai segnali audio sinistro e destro di contenere segnali spaziali che consentono di “posizionare” un suono virtuale in una posizione desiderata tra gli altoparlanti.

Quest’ultimo brevetto di cui vi abbiamo parlato oggi, depositato il 31 dicembre 2019, ne segue due di novembre, che riguardano la conversione delle cuffie in altoparlanti e il miglior isolamento acustico.

Apple ha anche recentemente depositato un brevetto per le cuffie in grado di rilevare su quale orecchio sono state messe, il che influenzerebbe il modo in cui i canali audio destro e sinistro verrebbero instradati.

Brevetti