macOS Catalina DISPONIBILE: tutto quello che c’è da sapere

Tutte le novità di macOS Catalina riassunte in un unico articolo. Pronti a scaricare il nuovo aggiornamento per i vostri Mac?

macOS Catalina è ufficialmente disponibile per tutti gli utenti, dopo diversi mesi di beta testing. Le novità sono davvero tante, a partire da nuove app prese direttamente da iOS, passando per le funzioni Sidecar e Screentime.

Con macOS Catalina, Apple sostituisce iTunes con diverse app: Apple Music, Apple Podcasts e Apple TV. La nuova funzione Sidecar consente agli utenti di espandere la Scrivania del Mac usando l’iPad come un secondo monitor oppure come un dispositivo di input ad alta precisione da usare con le app Mac dedicate alla creatività. Nuove funzioni di sicurezza tengono ancora più al sicuro le informazioni degli utenti, mentre il Controllo vocale permette di controllare completamente il proprio Mac con la voce.

Scopriamo tutto nel dettaglio.

Mac compatibili

La prima domanda è: posso installare macOS Catalina sul mio Mac?

macOS 10.15 Catalina può essere installato su questi modelli:

  • MacBook 2015 e modelli successivi;
  • iMac 2012 e modelli successivi;
  • MacBook Air 2012 e modelli successivi;
  • iMac Pro 2017 e versioni successive;
  • MacBook Pro 2012 e versioni successive;
  • Mac Pro 2013 e versioni successive
  • Mac mini 2012 e varianti successive.

Come installare macOS Catalina

Se non vuoi procedere con l’installazione da zero, aggiornare a macOS Catalina è un’operazione abbastanza semplice. Dopo aver effettuato un backup (operazione sempre consigliata quando si effettua un major update), puoi installare macOS Catalina in modalità OTA:

  1. Se hai un portatile, collegalo all’alimentazione
  2. Connettiti in Wi-Fi
  3. Apri Mac App Store e cerca il nuovo macOS Catalina
  4. Tocca ottieni e installa.
  5. Segui i passaggi a schermo, non appena il download sarà completo. L’operazione potrebbe richiedere diverso tempo.

Per tutte le info su backup e sull’installazione da zero ti rimandiamo alla nostra guida disponibile qui.

LEGGI ANCHE: Problemi e soluzioni in fase di installazione di macOS Catalina

Addio iTunes, arrivano Apple Music, Apple Podcasts e Apple TV

Una delle più grandi novità di macOS Catalina è la sostituzione di iTunes con tre nuove app che semplificano e il modo in cui gli utenti possono gestire e riprodurre musica, programmi TV, film e podcast.

La nuova app Music per Mac è veloce e facile da usare. Apple Music si integra totalmente con l’omonimo servizio streaming di Apple, ma offre sempre accesso alla nostra libreria completa di brani scaricati, acquistati e convertiti da CD. L’app contiene anche iTunes Music Store per l’acquisto di nuova musica.

La nuova app Apple TV riunisce diverse funzioni per consentire agli utenti di trovare e guardare film e trasmissioni TV tramite un’unica app. L’app Apple TV propone canali TV Apple, suggerimenti personalizzati e oltre 100.000 film e trasmissioni TV iTunes da sfogliare, acquistare o noleggiare. Gli utenti potranno anche guardare film 4K HDR con audio Dolby Atmos. La sezione Watch Now integra l’opzione Up Next, dove gli spettatori possono controllare i contenuti che stanno guardando e riprendere la visione da qualsiasi schermata. Presente anche Apple TV+, il servizio di streaming video in abbonamento di Apple, che sarà disponibile dall’1 novembre.

macOS Catalian contiene anche la nuova app Apple Podcasts con più di 700.000 podcast in catalogo e la possibilità di ricevere in automatico notifiche non appena vengono pubblicati nuovi episodi. L’app integra anche nuove categorie, collezioni curate da editori di tutto il mondo e strumenti evoluti di ricerca per trovare gli episodi per conduttore, ospite o argomento.

Gli utenti potranno inoltre sincronizzare i contenuti sui loro dispositivi via cavo nelle nuove app di intrattenimento. E quando collegano un dispositivo al Mac, apparirà immediatamente nella barra laterale del Finder, così potranno fare il backup, aggiornarlo o ripristinarlo.

Sidecar

Con Sidecar possiamo usare un iPad come un secondo monitor del Mac o come una tavoletta grafica ad alta precisione nelle app supportate. Anche quando l’utente non è alla scrivania, con Sidecar può portar con sé un extended display rappresentato dall’iPad per condividere il suo lavoro su due monitor.

Inoltre è possibile usare Apple Pencil e iPad per disegnare o prendere appunti in qualsiasi app Mac supportata.

Sidecar può essere utile ad esempio per montare video con Final Cut Pro X, disegnare con Adobe Illustrator o annotare documenti iWork. E abbinato a Continuity, Sidecar funziona anche con una connessione wireless, così gli utenti potranno lavorare con maggiore libertà anche senza cavi.

LEGGI ANCHE: Come utilizzare iPad come secondo monitor del Mac con Catalina

I Mac compatibili con Sidecar sono i seguenti:

  • iMac 27, dal 2015 ad oggi
  • MacBook Pro, dal 2016 ad oggi
  • Mac mini 2018
  • MacBook Air 2018
  • Nuovo Mac Pro
  • MacBook, dal 2016 ad oggi

Accessibilità

Con macOS Catalina, Apple introduce nuove funzioni legate all’accessibilità.

Controllo vocale è una tecnologia con cui gli utenti che non possono usare dispositivi di input tradizionali possono controllare il Mac usando la voce grazie alla tecnologia di riconoscimento vocale integrata di Siri.

Le nuove etichette e griglie consentono poi di interagire con ogni app tramite strumenti di navigazione completi, e l’elaborazione audio avviene direttamente sul dispositivo.

Con la funzione ingrandimento testo col cursore, puoi leggere più facilmente le parole sullo schermo del tuo Mac. Basta spostare il cursore sul testo e premere il tasto Comando: si aprirà una finestra con le parole scritte in grande e ad alta risoluzione. E puoi anche scegliere il font e il colore.

Inoltre, se hai due schermi, puoi usarne uno per ingrandire i dettagli e tenere l’altro alla risoluzione standard.

Sicurezza

Apple ha dedicato molta attenzione alla sicurezza con questo update. Gatekeeper verifica ora tutte le app per identificare problemi noti relativi alla sicurezza, mentre i nuovi sistemi di protezione dei dati richiedono alle app di ottenere un’autorizzazione prima di accedere ai documenti dell’utente.

Con Approve with Apple Watch, gli utenti possono approvare molti prompt di sicurezza facendo tap sul pulsante laterale dell’Apple Watch. Inoltre, tutti i Mac con il chip T2 Security supportano Blocco attivazione, che rende inutile o quasi il furto del Mac.

Presente anche la nuova app Dov’è: la posizione di un Mac perso o rubato viene comunicata in modo sicuro e anonimo al proprietario da altri dispositivi Apple, anche se è offline. Maggiori info qui.

Tempo di utilizzo

Dopo il successo su iOS, “Tempo di utilizzo” arriva su Mac per fornire agli utenti una panoramica e vari strumenti per aiutarli a monitorare e impostare il tempo che trascorrono su app e siti web.

E’ inclusa una nuova funzione “One more minute” che lascia agli utenti più tempo per salvare il loro lavoro o uscire da un gioco. I clienti possono pianificare il tempo di inutilizzo del Mac e decidere quanto tempo trascorrere in app, siti web o categorie di app.

Con iCloud, è possibile sincronizzare le impostazioni di “Tempo di utilizzo” e combinare l’utilizzo fra iPhone, iPad e Mac privatamente tramite la crittografia end-to-end. Con “In famiglia”, i genitori hanno a disposizione tantissimi strumenti per gestire al meglio l’utilizzo dei dispositivi da parte dei figli, inclusa la possibilità di scegliere con chi possono comunicare e quando.

Tra le caratteristiche di questa funzione c’è la possibilità di combinare i vari limiti impostati in base alle categorie di applicazioni, app specifiche o siti web. Screen Time su macOS ti permette anche di controllare e scegliere con quali persone possono comunicare i nostri bambini tramite iMessage. Maggiori info qui.

Novità per le app

Foto offre ora una nuova esperienza di navigazione ancora più intuitiva, che mostra gli scatti migliori degli utenti.

Safari ha una pagina iniziale aggiornata che usa i Suggerimenti di Siri per mettere in primo piano i siti più visitati, i preferiti, le schede iCloud, le selezioni dell’Elenco lettura e i link inviati in Messaggi. Nello specifico, il browser Web per Mac guadagna alcune nuove funzionalità in macOS Catalina, a partire dalla pagina iniziale: unendo i collegamenti ai tuoi preferiti e ai siti web visitati di frequente, questa pagina ora include anche i suggerimenti Siri. Questi collegamenti sono basati sulla cronologia di navigazione passata, sui siti visitati di recente, sui segnalibri e altro ancora. Safari su macOS Catalina offre anche nuovi avvisi in caso di password deboli inserite in fase di registrazione di un nuovo account o in un nuovo sito. Dopo l’avviso di password  poco sicura, Safari suggerirà password molto più forti che, se scelte, saranno salvate automaticamente su Portachiavi iCloud. Safari include anche la funzione Picture in Picture (PiP) attivabile dal tasto audio nel box in alto.

Mail in macOS Catalina offre la possibilità di bloccare email da un mittente specifico, disattivare le notifiche per le conversazioni troppo attive e annullare la sottoscrizione a mailing list commerciali. Qui tutte le info.

Note integra ora una nuova vista Galleria, strumenti di ricerca più potenti e ancora più opzioni di collaborazione.

Con la nuova interfaccia riprogettata di Promemoria, ora è più facile creare, organizzare e monitorare i

Mac Catalyst

Con Mac Catalyst, gli sviluppatori possono facilmente creare la versione per Mac delle app per iPad già presenti su App Store, che funzionano esattamente come se fossero app native. Puoi spostare contenuti da una all’altra facendo drag‑and‑drop e sfruttare al massimo l’ampio schermo e la potente architettura del Mac.

macOS Catalina mette infatti a disposizione nuove API e nuovi strumenti per gli sviluppatori, che potranno così offrire facilmente app iPad anche su Mac. Nei prossimi giorni, gli utenti potranno usare su Mac molte app iPad fra cui Jira Cloud, Twitter e Asphalt 9.

Altre novità

QuickTime aggiunge la funzione Picture in Picture: con un solo clic nel controller puoi aprire un video in una finestra ridimensionabile per continuare a guardarlo mentre fai altre. Le altre finestre non bloccheranno la visione.

In macOS Catalina però arriva la Dark Mode automatica. Grazie a questa funzionalità, come su iOS 13, il sistema riconoscerà in automatico l’orario della giornata e adatterà l’interfaccia di conseguenza. In questo modo si avrà un tema chiaro e brillante di giorno e un tema scuro e più riposante di sera. In più arriva un nuovo sfondo dinamico, molto bello, da poter usare in accoppiata alla Dark Mode automatica.

iCloud Drive consente di condividere cartelle con un link privato: chi lo riceve può vedere la cartella su iCloud Drive, scaricare le ultime versioni dei file e aggiungerne di nuovi [funzione rimandata alla prossima privamera].

Apple Watch si integra ancora di più con il Mac: ogni volta che devi digitare la password del tuo Mac, per esempio quando vuoi vedere le password nelle preferenze di Safari, ti basta premere due volte il tastino laterale del tuo Apple Watch per autenticarti. Lo stesso può essere fatto quando approvi l’installazione di app, apri una nota protetta, sblocchi  le impostazioni in Preferenze di Sistema e modifichi i file root. Maggiori info qui.

Su macOS Catalina torna anche Expansion Slot Utility, che consente di gestire le opzioni di espansione PCI di Mac Pro.

I file di sistema su macOS vengono ora conservati in un volume dedicato, di sola lettura, separato dagli altri dati. Questo renderà più difficile sovrascrivere accidentalmente i file critici del Mac.

Purtroppo, macOS Catalina perde la classica dashboard che da anni faceva parte del sistema operativo.

L’elenco completo di tutte le novità è disponibile qui.

Aggiornamenti