M1 Max, esportazione di video ProRes tre volte più veloce dei Mac Pro 2019

Il processore M1 Max si conferma nettamente superiore anche nell'esportazione dei video ProRes.

I test di benchmark del processore M1 Max sulle esportazioni dei video ProRes mostrano che il MacBook Pro 2021 di fascia alta è tre volte più veloce del Mac Pro 2019.

M1-Max-ProRes-benchmark.jpg

 

Anche utilizzando una scheda Afterburner da oltre 2.000€ sul Mac Pro, il MacBook Pro M1 Max risulta ancora due volte più veloce nelle esportazioni dei video ProRes, mentre con il Mac Pro 2019 standard la maggiore velocità arriva fino a tre volte.

Per raggiungere il massimo livello di prestazioni ProRes sul Mac Pro 2019, è necessaria la CPU Intel Xeon W a 28 core abbinata alla scheda Afterburner per accelerare la riproduzione e la decodifica del formato, ovviamente ad un costo molto alto per l’utente finale.

Il processore M1 Max nel MacBook Pro include due encoder e decoder ProRes, di gran lunga superiori al singolo decoder presente nella scheda Afterburner del Mac Pro.

I benchmark dimostrano quanto Apple sia stata attenta alle prestazioni ProRes, visto che con i nuovi M1 Max ha superato i Mac Pro 2019 di fascia alta grazie ai decoder e agli encoder presenti nel processore. Non solo, visto che l’azienda ha anche notevolmente migliorato le prestazioni di riproduzione dei contenuti 8K multi-stream. Anche la gradazione del colore ne beneficia, con la riduzione del rumore e la stabilizzazione in Final Cut Pro che sono molto più veloci.

Il test mostra il tempo necessario per esportare un video clip ProRes Raw di cinque minuti in ProRes 422 HQ:

  • Mac Pro 2019: 233 secondi
  • Mac Pro 2019 con scheda Afterburner: 153 secondi
  • MacBook Pro 2021 con chip M1 Max: 76 secondi

Questo dimostra ancora una volta come i nuovi processori Apple siano in grado di assicurare prestazioni eccezionali anche per i professionisti del settore video.

Mac mini in sconto su

Test