Intel “chiede” ad ex utenti Mac perché sono passati ad un PC

Continua la campagna marketing di Intel contro i Mac, ma con scarsi risultati.

In vista dell’evento Apple di lunedì, nel quale dovrebbe lanciare i nuovissimi MacBook Pro da 14 e 16 pollici, Intel sta continuando la sua lunga campagna per cercare di convincere gli utenti Mac a passare ai PC basati su Intel.

La scorsa settimana, Intel ha rilasciato un video come parte della sua campagna PC vs Mac che mostrava ai “fan di Apple” diversi computer Intel con tutte le loro funzionalità. Durante il video di quattro minuti, Intel ha tentato di dipingere i consumatori Apple come ignari delle “innovazioni” fatte da altre aziende oltre ad Apple, compresi i laptop “touch screen”. Continuando la serie, ieri, l’account ufficiale Intel ha twittato: “Confessioni di ex utenti Mac. Cosa ti ha fatto tornare ad un PC?

Peccato che con le risposte al tweet, Intel abbia avuto esattamente il risultato opposto. Invece di ex utenti Mac che elencavano i motivi per cui erano tornati ad un PC, ci sono state diverse risposte degli attuali utenti Mac che prendono in giro i tentativi di marketing “disperati” di Intel. Un commento recita: “Ammettilo: sei solo arrabbiato che Apple ti abbia abbandonato e abbia progettato da sola un processore migliore“.

Altre risposte includono utenti Apple che trollano Intel, con uno che afferma “Non sei invitato” con un’immagine del prossimo invito all’evento “Unleashed”. Qualcuno ha anche cercato di difendere Intel, affermando che Apple è “un marchio di lusso a basse prestazioni con hardware troppo caro e un ecosistema chiuso“.

Ironia della sorte, nonostante questa campagna marketing di Intel, Apple vende ancora computer Mac basati su processori Intel. Dopo l’evento “Unleashed” di lunedì, però, anche il MacBook Pro di fascia alta non sarà più basato su Intel e passerà ufficialmente ad Apple Silicon, ma l’iMac da 27 pollici e il Mac Pro dispongono ancora di processori Intel.

MacBook Air M1 in sconto su

Curiosità