La storia di Internet Explorer 5 per Mac raccontata dal suo creatore

Tante curiosità raccontate da Jimmy Grewal, ingegnere Microsoft che ha sviluppato una delle versioni più importanti di Internet Explorer per Mac.

Jimmy Grewal ha lavorato per diverso tempo in Microsoft come Program Manager per la versione Mac di Internet Explorer, entrando a far parte dell’azienda nel 1999. In un recente post sul suo blog personale, l’ingegnere ha raccontato la sua esperienza durante la collaborazione con Apple e Steve Jobs in persona.

internet explorer mac

Internet Explorer 5 viene definito da lui stesso come “la versione più importante di Internet Explorer per Mac, nonché anche l’ultima in ordine di tempo“.

Gli utenti Mac di lunga data ricorderanno che il primo Internet Explorer è arrivato su Mac nel 1996, per poi essere fornito in bundle a partire da Mac OS 8 nel 1998. Tuttavia, la versione più importante del browser Microsoft è stata la 5, come racconta proprio Grewal:

Per Microsoft, Internet Explorer 5 dimostrava il proprio impegno nei confronti dei clienti di Office che usavano il Mac. Questi clienti erano molto “redditizi” ed era quindi un vantaggio portarli nel proprio browser, anche per evitare problemi di antitrust con il dipartimento di giustizia americano che proprio in quegli anni stava indagando su Microsoft. Apple ha dovuto integrare IE su ogni Mac e ovviamente voleva che il browser fosse eccezionale. L’azienda desiderava che gli sviluppatori si impegnassero con il nascente sistema operativo Rhapsody (Mac OS X) e dimostrassero che le loro API Carbon fossero abbastanza mature da consentire il facile porting delle complesse app per Mac.

Grewal sottolinea inoltre che Internet Explorer 5 per Mac è stato “il primo browser mainstream su qualsiasi piattaforma che mostrasse correttamente HTML conforme agli standard”. Questo motore di rendering per Mac era nuovo e completamente indipendente dalla versione di Windows.

Per quanto riguarda l’interfaccia, Steve Jobs bocciò le prime versioni a causa della somiglianza con la futura interfaccia Aqua dei Mac:

Questo “nuovo look” di IE 5 aveva una strana somiglianza con la successiva interfaccia Aqua di Apple per Mac OS X. Tuttavia, il browser è stato sviluppato in totale segreto all’interno di Microsoft. Quando abbiamo presentato in anteprima IE 5 con il “nuovo look” nell’estate del 1999, Jobs non è stato contento.

Dal momento che nessuno al di fuori di Apple doveva sapere della nuova interfaccia Aqua non ancora ufficializzata, non ci disse nulla sulla somiglianza. Invece, scatenò la sua ira su un’altra nuova funzionalità di IE 5 per Mac chiamata Media ToolBar, che doveva fornire il supporto per la riproduzione degli MP3 dai siti Web.

Quella Media Toolbar si basava sul codice del lettore MP3 SoundJam, ma Jobs incaricò Microsoft di rimuoverla perché minava “QuickTime”, il lettore multimediale di Apple. Dopo poco tempo, Apple acquisì SoundJam e la trasformò in iTunes.

Quando venne il momento di presentare Internet Explorer al MacWorld del 2000, Jobs insistette per presentarlo di persona: “Microsoft e Apple avevano concordato di parlare di alcuni punti durante la dimostrazione, ma Jobs non ne menzionò nessuno“. Sul palco doveva salire anche un dirigente Microsoft, ma Jobs volle fare tutto da solo.

Tuttavia, nonostante l’importanza di Internet Explorer 5 per Mac, alla fine non ha avuto il successo sperato tra gli utenti Apple. E voi, lo ricordate?

Curiosità