Arrestati tutti i membri di REvil, il gruppo hacker che svelò i MacBook Pro 2021

Il gruppo di hacker REvil è stato neutralizzato in queste ore.

Le autorità russe hanno arrestato tutti i membri del team hacker REvil, bloccando di fatto le operazioni del gruppo.

Chi segue le nostre pagine ricorderà il gruppo di hacker REvil non solo per alcuni ransomware che hanno colpito i Mac, ma anche per aver condiviso alcune informazioni sul design di MacBook Pro non ancora presentati da Apple.

Lo scorso mese di aprile, il gruppo REvil aveva preso di mira il fornitore Apple Quanta Computer per rubare gli schemi del design dei modelli MacBook Pro da 14 e 16 pollici che vennero poi ufficialmente rilasciati a ottobre. Questi schermi svelarono diverse informazioni, come le porte aggiuntive e la presenza della tacca, con REvil che chiese anche 50 milioni di dollari ad Apple per non rilasciare ulteriori documenti. Pochi giorni dopo la richiesta, REvil rimosse tutti i documenti e le minacce pubblicate sul proprio sito Web, probabilmente a causa dell’indagine avviata nel frattempo dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti.

Gli hacker di REvil hanno comunque continuato le loro attività malgrado alcuni arresti, effettuando un attacco informatico ad un gasdogtto che causò carenze in tutta la costa orientale degli Stati Uniti, e sfruttando una vulnerabilità nel software di gestione progettato per Kaseya per prendere di mira tra le 800 e le 1.500 aziende in tutto il mondo.

Il servizio di sicurezza russo FSB fa ora sapere di aver arrestato tutti e 14 membri del gruppo e di aver avuto accesso a diverse informazioni chiave sulle loro operazioni. Le attività di ricerca si sono svolte anche con l’aiuto delle autorità degli Stati Uniti, che per messi hanno indagato sui singoli componenti del gruppo.

In totale, sono stati sequestrati anche 426 milioni di rubli, 600.000 dollari USA, 500.000 euro oltre a diverse apparecchiature informatiche, crypto wallet utilizzati per commettere reati e 20 auto di lusso acquistate con denaro ricavato da vari crimini informatici.

L’intera rete REvil è stata completamente neutralizzata.

MacBook Air M1 in sconto su

News