Il CEO di Intel spera di collaborare ancora con Apple

Pat Gelsinger parla di Apple e dei nuovi processori M1, aprendo le porte ad una possibile collaborazione futura.

In un’intervista rilasciata a Yahoo Finance, il nuovo CEO di Intel Pat Gelsinger ha affermato che la competizione in corso tra la sua azienda e Apple è “divertente”, aggiungendo anche che spera di fare ammenda con il gigante tecnologico di Cupertino.

Gelsinger

Nei prossimi due anni, Apple trasferirà l’intera sua linea di Mac dai processori Intel ai propri chip Apple Silicon. L’azienda ha già avviato questa transizione, avendo rilasciato tre computer Mac basati sul SoC M1. Per tutta risposta, Intel ha lanciato una campagna di marketing per evidenziare la superiorità dei suoi processori rispetto a quelli Apple.

Nonostante la raffica di attacchi, Gelsinger spera di avere Apple come futuro cliente. Nella sua intervista con Yahoo Finance, il CEO di Intel ha affermato che Apple fa troppo affidamento sul suo attuale fornitore, TSMC, per la produzione dei propri processori e che Intel è aperta offrire i suoi servizi, proprio come abbiamo anticipato ieri.

Apple è un cliente e spero di renderlo un grande cliente per i processori perché oggi dipende completamente da Taiwan. Vogliamo presentare loro grandi opzioni per sfruttare anche i nostri servizi di produzione, proprio come stiamo facendo con Qualcomm e Microsoft. Forniremo una tecnologia eccezionale, alcune cose che non possono essere fatte in nessun’altra parte del mondo.

Gelsinger ha attribuito la recente competizione con Apple al fatto che c’è ancora spazio per l’innovazione nel settore e al fatto che la domanda di PC è la più alta in oltre un decennio. Gelsinger ha continuato dicendo che c’è “divertimento competitivo in corso con Apple e l’ecosistema Mac“.

Le parole di Gelsinger sanno tanto di grande apertura verso Apple e la produzione dei suoi chip, malgrado Intel abbia fortemente criticato proprio i processori di Apple nella sua recente campagna…

MacBook Pro 16" (512GB) in offerta su

News