AirPort Express, Extreme o Time Capsule? Quale scegliere?

Siete utenti Apple? Avete un Mac, un iPhone o un iPad e volete trasformare la vostra rete WiFi in una rete in pieno stile “Apple”? Ecco una guida al consumatore nella quale elencheremo tutti i dettagli e le caratteristiche dei tre dispositivi di networking Apple: l’AirPort Express, l’AirPort Extreme e la Time Capsule. Quale fa al caso vostro?

airport_extreme_80211ac_macpro_hero

AirPort Express

airport_express

A meno di 100€ (99€), la soluzione meno costosa di Apple è la AirPort Express. Il piccolo dispositivo possiede quasi le stesse dimensioni della Apple TV, rivestito in bianco anziché in nero. Esso misura meno di 4 centimetri in larghezza e meno di un centimetro di altezza, oltre a pesare poco più di mezzo chilo. È piccolo ma è abbastanza potente.

L’AirPort Express può trasmettere su una rete 802.11n (funziona anche con dispositivi che utilizzano le a, b e g), e supporta simultaneamente il dual-band 2,4 GHz e 5 GHz. Queste caratteristiche lo rendono adatto per l’uso con i dispositivi vecchi e nuovi, senza rallentamenti o ritardi.

Sul retro, l’AirPort Express dispone di due porte Ethernet (una LAN e una WAN), una porta USB (se si dispone di una stampante USB da condividere in rete) e un connettore audio ottico digitale che richiede un cavo da 3,5 mm – adatto per il collegamento a un ricevitore audio (che rende l’AirPort Express un ricevitore AirPlay). C’è un’altra cosa: AirPort Express è veramente ottimo per estendere la rete AirPort. Se si dispone già di una rete AirPort e ci sono alcune zone con segnale debole in casa, l’AirPort Express può aiutare. Utilizzando Utility AirPort in OS X o iOS, è possibile configurare AirPort Express per farlo agire come un extender della rete AirPort esistente e contribuire a rafforzare il segnale.

AirPort Extreme

90mm

Il router di fascia alta di Apple si chiama AirPort Extreme. Disponibile per 199€, l’AirPort Extreme si distingue molto di più rispetto all’AirPort Express.
L’altezza della AirPort Extreme (che comunque è inferiore rispetto alle generazioni precedenti) è dovuta alla sua antenna array a sei elementi, che viene utilizzata per trasmettere una rete wireless 802.11ac. Il WiFi 802.11ac può lavorare fino a tre volte più velocemente del Wi-Fi 802.11n e ovviamente è retrocompatibile con i vecchi standard. Ciò non significa però che la velocità di Internet sarà tre volte più veloce, ma che la velocità della rete locale sarà più veloce (solitamente è la connessione DSL o il modem/router primario il collo di bottiglia, oltre che il tipo di servizio internet richiesto). Se si usa però il Wi-Fi per trasferire file tra dispositivi collegati in locale e che utilizzano il nuovo standard 802.11ac, vedrete una velocità decisamente superiore.

Quali dispositivi funzionano con questo standard? Apple ha iniziato a integrare il supporto al 802.11ac sui nuovi Mac (da Giugno 2013 in poi). Se il Mac ha un processore Haswell, ha anche 802.11ac. Anche il Mac Pro rilasciato nel dicembre 2013 è incluso, come ovviamente tutti i nuovi modelli di Mac futuri. Nessun dispositivo iOS è ancora passato al WiFi 802.11ac, ma è solo una questione di tempo.

La porta USB sul retro dell’AirPort Extreme può condividere una stampante USB con la rete, ma anche condividere un hard disk. Ci sono quattro porte Ethernet (di cui una porta WAN) sull’AirPort Extreme e sono Gigabit Ethernet, ovvero fino a dieci volte più veloce rispetto alla Ethernet trovata su AirPort Express. Il connettore WAN è adatto per il collegamento al modem via cavo o modem DSL; le altre tre possono essere utilizzate per collegare altri dispositivi cablati o altri dispositivi di rete.

Time Capsule

90mm

La Time Capsule è a tutti gli effetti identica alla AirPort Extreme. L’unica differenza (sostanziale) è l’integrazione di un disco rigido all’interno. La Time Capsule è disponibile in due versioni (2TB e 3TB) al prezzo di 299€ o 399€. Questi dischi rigidi servono ad effettuare un backup di sicurezza automatico con i Mac, che se non conoscete si chiama Time Machine.

Time Machine è un software Apple incluso in OS X dalla versione 10.5 (Leopard). Esso permette di creare un backup automatico del disco rigido che non tiene solo memoria del contenuto attuale, ma un backup incrementale nel tempo.

Chi dovrebbe utilizzare AirPort Express?

Se avete una casa piccola e se le vostre esigenze di networking sono abbastanza modeste (se si stanno utilizzando portatili Apple precedenti al 2012 o semplicemente utilizzando i dispositivi iOS), l’AirPort Express può essere completamente sufficiente per le vostre esigenze. L’AirPort Express è anche molto utile se avete il desiderio di collegare il sistema stereo alla rete per creare un ricevitore AirPlay. Tutto ciò che serve è un connettore per cuffie da 3,5 mm e l’adattatore giusto per il vostro stereo. La mancanza del supporto al WiFi 802.11ac e la connessione Ethernet LAN / WAN più lenta rende la AirPort Express una soluzione non ottimale per chi cerca la massima velocità possibile. Per loro, c’è la AirPort Extreme.

Chi dovrebbe utilizzare la AirPort Extreme?

Se si sta creando una nuova rete AirPort e si vuole fare in modo che sia a “prova di futuro” per un po’, bisognerà puntare sulla AirPort Extreme, che è progettata per offrire delle performance decisamente superiori.
Se si dispone di Mac più recenti (2013 in poi), una Apple TV e dei dispositivi iOS da interfacciare tra di loro, e se si desidera trasferire file in locale, allora la AirPort Extreme è il router giusto per voi.

Chi dovrebbe utilizzare la Time Capsule?

Se avete già un hard disk adibito alla Time Machine o se effettuate già dei backup del vostro Mac e non vi serve fare un backup automatico allora la Time Capsule non vi serve. Se però avete necessità di tenere al sicuro e in modo automatico i dati allora acquistate una Time Capsule.

[via]

Approfondimenti