La sfida di Microsoft ad iOS e OSX con Windows 8. Potrà funzionare?

Apple, nel corso degli ultimi anni, ha avuto una serie di idee assolutamente innovative e stupefacenti. Una dietro l’altra. Fino ad ora, la maggior parte delle grandi aziende del passato sono rimaste semplicemente a guardare ed i risultati li conosciamo tutti: RIM e Nokia, ad esempio, così come molti produttori di Laptop, non navigano certo in buone acque. Microsoft, al contrario, ha risposto con il coraggio di rivoluzionare il suo personale mondo della mobilità con Windows Phone 7, un nuovo sistema operativo che nulla ha a che spartire con il vecchio Windows Mobile 6. Sembrava che tutto andasse bene a Redmond, ed ora MS sviluppa Windows 8 per i tablet. Possibile che non abbia, in realtà, ancora imparato la lezione?

Vi starete chiedendo perché mi ritrovi a scrivere cose del genere, ma seguite il mio ragionamento fino in fondo, se vi va. Quello che credo è che MS sia rimasta indietro, come negli spot Apple, con il ragionamento da dinosauro. Windows Phone 7 è un OS mobile molto promettente, privo, al momento, delle migliori features di Android o iOS. Ma sicuramente parliamo di un OS ottimizzato per piattaforme mobili, molto veloce e riscritto da zero. Il problema, a mio avviso, è proprio qui. Perché troviamo così attraente l’iPad? I motivi sono tantissimi, ma andiamo per ordine.

Velocità ed efficienza. Senza dubbio, al momento, iOS è un sistema operativo molto leggero, in grado di far girare giochi ed applicazioni dalla grafica davvero strabiliante. Con Android le cose non sono così rosee, dal momento che si tratta di un OS interamente basato su Java ed un po’ più pesante di iOS. Ma è anche comprensibile, dal momento che Android deve girare su ogni device in circolazione mentre iOS se la deve vedere solo con gli iPhone. Windows Phone 7 è un OS pensato per i sistemi mobili ed è, dunque, anche esso molto veloce. Non si possono paragonare le prestazioni di uno di questi OS mobili con quelle di un sistema operativo completo. Infatti, tutti questi device portatili montano, al momento, processori ARM, perfetti per i sistemi mobili ma non certo potenti come i sistemi Intel.

Come mai si usano gli ARM, che sono processori molto meno potenti di quelli dei PC? Le ragioni sono innumerevoli, dobbiamo davvero discuterne? Surriscaldamento (i dispositivi ultra mobili non hanno ventole), durata della batteria, etc. Un iPad rimane operativo per ben 10 ore di utilizzo continuo e questo è uno dei motivi che l’hanno portato al suo successo. E ultimamente sentiamo sempre più spesso rincorrersi delle voci che dicono che Apple starebbe pensando di usare i processori ARM persino per i MacBook Air. Questo permetterebbe una enorme miniaturizzazione, tra le altre cose… ma sicuramente ci sarebbero innumerevoli problemi di compatibilità tra le applicazioni di OSX (tutte compilate per Intel) e questi dispositivi.

Chi sa quali sono i piani di Apple in merito, ma mentre Apple pensa di portare i suoi hardware ai processori ARM, più piccoli, meno performanti ma molto meno dispendiosi in termini energetici, Microsoft pensa di spingere i produttori di tablet a creare dispositivi ultra portatili con processori Intel. Onestamente, le due visioni diametralmente opposte di Apple e Microsoft mi sembrano, al momento, parimenti assurde. Un Tablet efficiente non potrebbe mai montare processori Intel, seriamente. Eppure, cos’è questo nuovo Windows 8?

Eccoci arrivati al punto. Video dimostrativi a parte, Windows 8 è, al momento, un Windows 7 con un differente menù ed un ulteriore layer applicato al sistema operativo, un layer che lo rende simile, nell’interfaccia, a Windows Phone 7. Ma si tratta solo di un’interfaccia grafica posticcia che lavora sopra all’interfaccia grafica normale di Windows! Al momento Windows 7 può definirsi, tutto sommato, un ottimo OS, anche se i benchmark dimostrano che è comunque parecchio inferiore ad OSX (persino Lion). Aggiungere ulteriore pesantezza a Windows 7, piuttosto che snellirlo, non mi sembra affatto la scelta più oculata. Non sono stato affatto contento dell’appesantimento di OSX in seguito all’arrivo del Leone!

Ma mettiamo anche che questa interfaccia grafica sia disattivabile sui normali PC, anche perché utilizzare con il mouse quel po’ po’ di interfaccia multi touch potrebbe davvero diventare un incubo, e che la disattivazione di tale interfaccia renda l’OS performante come il vecchio Windows 7… come si può pensare di portare un OS da desktop sui Tablet, anche se ci si applica sopra una bella mascherina un po’ posticcia? In passato ci sono stati molti tablet, anche prima dell’iPad. Nessuno ha mai creato un vero mercato e nessuno ha mai sfondato. Anche adesso, i tablet con Windows 7 non vendono praticamente nulla. Questo come mai? Perchè non è possibile pensare che un Tablet risulti comodo da usare se si presenta con un OS da desktop.

Non a caso, i tablet hanno cominciato a diffondersi solo con l’arrivo di iPad… e le differenze nelle vendite sono talmente pesanti che sarebbe il caso di dire che il mercato degli iPad è stato creato da iPad, appunto, che per ora ha praticamente il monopolio di questo settore. Microsoft ha fatto un ottimo passo in avanti realizzando Windows Phone 7, un OS mobile, velocissimo, essenziale e completamente multi touch-oriented! Ed ora sembra stia facendo l’ennesimo passo indietro (e ultimamente ne ha fatti tantissimi, abbandonando parecchi progetti che aveva già pubblicamente presentato) non applicando Windows Phone 7 ai tablet ma, bensì, arrivando all’idea di applicarvi Windows 8 in persona! Non solo, a Redmond dicono che vorrebbero che qualunque device potesse montare il nuovo Windows 8. Vedremo dunque dei telefonini con un sistema operativo da desktop? E che fine farà il promettentissimo Windows Phone 7? Un altro progetto promettente abbandonato?

Il pensiero è quello antico di MS: riuscire a fare andare lo stesso identico OS su tutte le piattaforme. Ad esempio, iOS ha il nucleo pulsante di Darwin, lo stesso sistema Unix alla base di OSX, ma non è certo identico al suo papà! Se provassimo ad installare OSX su un tablet avremmo performance ridicole. Figuriamoci su un cellulare. Se Apple non avesse avuto l’idea di creare un tablet con iOS invece che OSX, è assai probabile che, oggi, l’iPad sarebbe stato un fiasco totale. D’altronde, qualunque tablet PC prima di iPad è stato un fiasco totale, e la storia dovrebbe insegnare. E invece Microsoft si incaponisce sulla sua vecchia idea che un tablet con Windows è fattibile! Secondo me vedremo un grosso fiasco nel campo dei tablet anche questa volta, Apple ha stabilito le nuove regole e Microsoft ancora cerca di giocare con quelle vecchie.

Come si può pensare di ottenere buone prestazioni da un tablet costretto a girare una versione desktop di Windows? Si, diranno alcuni di voi, ma così potremmo usare le app pensate per il desktop sui tablet e non dovremmo usare le app semplificate tipiche di iOS! Provate ad aprire Photoshop CS5 su di una macchina ad 1Ghz e poi ditemi che cosa succede. Provate a usare i giochini flash su uno schermo multitouch senza mouse e tastiera. E provate a usare questi software pensati per il mouse con le vostre dita. Non per nulla, le controparti iOS dei più importanti software desktop per Mac, come iWork, non sono nemmeno lontanamente identiche a quelle desktop.

La realtà è che, nonostante tutte le lamentele che ci sono sempre state attorno al fatto che iPad non è sostituibile a un PC, se iPad non avesse montato iOS non sarebbe stato un gran successo. Perché Apple ha guardato avanti ed ha pensato che un Tablet non può giammai sostituire un PC ma può solo coadiuvare l’uso che la gente fa dell’informatica. E mentre Apple porta sui suoi sistemi dektop una serie di semplificazioni geniali tipiche dei sistemi mobili, Microsoft prende la strada opposta e cerca di portare sui tablet le funzioni dei desktop. Io credo che abbiamo frainteso pesantemente il successo di Apple in questi anni, penso che stiano rischiando grosso percorrendo una strada sterrata già piena di ragnatele. Voi che dite?

MacBook Air M2 in sconto su

Approfondimenti