Austin Mann prova il nuovo MacBook Pro

Cosa ne pensa il fotografo Austin Mann dei nuovi MacBook Pro?

Dopo lo splendido test della fotocamera dell’iPhone 13 Pro effettuato in Tanzania il mese scorso, l’esperto di fotografia Austin Mann ha condiviso la sua recensione del MacBook Pro con chip M1 Max.

Mann afferma che i nuovi MacBook Pro influiranno sostanzialmente su tutti, non solo sui professionisti. Nello specifico, Mann ha testato il nuovo MacBook Pro M1 Max con 64 GB di RAM e SSD da 8 TB.

L’aggiornamento dei MacBook Pro M1 influenzerà sostanzialmente su tutti e non solo sui professionisti. La durata della batteria non è solo leggermente migliorata, è su un pianeta radicalmente diverso. Questa macchina non si surriscalda e gestisce tutto ciò che puoi lanciarci, sia che si tratti di creare un album di foto di famiglia in Foto o di eseguire il rendering di un’animazione in After Effects.

Mann si dice contento delle nuove porte e dell’addio alla Touch Bar, visto che i tasti funzione fisici sono molto più funzionali e utili. Per quanto riguarda le prestazioni, ecco le sue opinioni:

Sebbene la velocità sia sempre interessante, sono stato molto curioso dell’efficienza energetica e della gestione della potenza, quindi ho eseguito alcuni test non scientifici … uno di questi è andato come segue:

Ho caricato il MacBook Pro M1 Max da 16 “al 100% e poi ho scollegato l’alimentazione. Per prima cosa, ho eseguito uno stack di immagini in Starry Landscape Stacker su 100 file TIFF (150 MB ciascuno) … ci sono voluti 4m24s per il rendering e la durata della batteria era ancora al 100% (la ventola è rimasta impercettibile).

In secondo luogo, ho eseguito un test Cinebench, che è terminato in pochi minuti e la batteria era ancora al 100%.

Terzo, sono tornato sui 100 file di immagini TIFF e li ho aperti in StarStax ed ho elaborato una miscela “Gap Filling” di tutti i 100 file TIFF. Questo processo intensivo ha richiesto altri 2m36s e la batteria era ancora al 100%.

Per far scendere la batteria anche dell’1%, ecco cosa ha fatto dopo:ho aperto 8 immagini in Adobe Camera Raw e ho usato Photomerge per creare un panorama gigante… questo è successo rapidamente e indovina un po’, la durata della batteria mostrava ancora il 100%.

A questo punto ho esaurito le opzioni, quindi sono tornato su Cinebench per eseguire di nuovo il test in loop … circa 2,5 minuti di test, e la durata della batteria FINALMENTE è scesa al 99%.

Nel complesso, Mann è rimasto molto colpito dalla velocità e dall’efficienza:

In sintesi, le prestazioni più impressionanti del nuovo MacBook Pro M1 Max non riguardano solo la velocità (che è circa il doppio più veloce) ma è anche follemente efficiente nel modo in cui gestisce sia la potenza che il calore, che conta quanto o più della pura velocità.

Per quanto riguarda i cambiamenti, Mann ha due desideri:

1) Vorrei che lo slot della scheda SD fosse simile allo slot del Sony A1 che accetta sia SD che CF Express. Questo sarebbe davvero utile per me e penso che sia più pratico e utile per la maggior parte dei professionisti creativi.

2) Vorrei davvero che ci fosse un’opzione schermo opaco/antiriflesso. Anni fa, questa era un’opzione sui laptop Apple e con la recente opzione antiriflesso “nano-etch” di Pro Display XDR, stavo incrociando le dita per poter vedere qualcosa di simile sul MacBook Pro M1.

E tu, cosa ne pensi?

MacBook Air M1 in sconto su