Come installare app iPhone e iPad sui Mac Apple Silicon

Scopriamo come trovare e installare applicazioni iPhone e iPad sui Mac con processore Apple Silicon.

I Mac Apple Silicon con processore M1 possono eseguire in modo nativo le app create solo per iPhone e iPad dagli sviluppatori. Ecco come trovare e scaricare queste applicazioni.

app ios mac

Il processore Apple Silicon consente di seguire le app che gli sviluppatori hanno pensato inizialmente per iPhone e iPad. Ovviamente, ogni app funzionerà con alcune limitazioni imposte dal sistema, ma l’esperienza su Mac sarà quasi identica a quella vissuta su iPhone e iPad.

Di default, infatti, tutte le app per iOS e iPadOS vengono portate sul Mac App Store. Saranno poi i singoli sviluppatori a decidere se escludere uno o più titoli per limitarli al solo App Store.

Come trovare e installare le app iPhone e iPad

Per trovare le app iPhone e iPad su Mac i passaggi sono molto semplici:

  • Apri il Mac App Store
  • Fai clic sulla barra di ricerca in alto a sinistra
  • Cerca un’app iPhone o iPad che desideri installare su Mac
  • Fai clic su “App per iPhone e iPad” per vedere i risultati in quella categoria
  • Esegui l’installazione

Come detto prima, alcune app potrebbero non essere presenti. Ad esempio, Google e Facebook hanno fatto già sapere che non porteranno le app iPhone e iPad sul Mac App Store (quindi niente Gmail, Google Maps, Instagram o Facebook). Per il resto, l’esperienza di ricerca e installazione è del tutto simile a quella delle normali app per Mac.

Alcuni sviluppatori offrono poi app diverse con prezzi diversi sulle varie piattaforme, come Airmail o Microsoft. In questo caso, il Mac App Store mostrerà solo i risultati per l’app Mac. Microsoft Word, ad esempio, è disponibile su tutte le piattaforme Apple, quindi esiste una versione specifica per Mac e per questo non verranno mostrate le alternative iPhone e iPad.

app ipad mac

Le app per iPad possono essere eseguite a schermo intero o schermo diviso come una normale app per Mac. Inoltre, alcune funzioni potrebbero essere limitate, poiché molti sviluppatori devono ancora ottimizzare le loro app pensando anche alle eventuali interazioni basate su mouse e tastiera.

Le app iPhone, invece, verranno eseguite in una piccola finestra che non può essere ingrandita o ridimensionata. Le app iPhone sono disponibili sul Mac App Store solo quando non esiste una versione per iPad, altrimenti verrà mostrata solo quest’ultima.

app iphone mac

In ogni caso, le app basate su touchscreen potrebbero richiedere alcuni controlli alternativi quando si utilizza un mouse e una tastiera. Ad esempio, molti giochi e app si basano su gesture multi-touch che non vengono tradotte direttamente in gesture per mouse. Apple risolve questo problema chiedendo agli utenti di tenere premuto il tasto Control durante l’esecuzione di gesti multi-touch sul trackpad.

Ovviamente siamo solo agli inizi, per questo la fusione tra le varie piattaforme è destinata solo a migliorare.

Come installare i file .ipa di tutte le app iPhone e iPad

Come avrete letto, alcuni sviluppatori hanno deciso di non portare le loro app iPhone o iPad su Mac App Store. Esiste però un metodo alternativo per installare qualsiasi app iOS o iPadOS sul vostro Mac Apple Silicon, sfruttando i file .ipa.

Per poter effettuare questa installazione, devi avere una copia del file IPA associato al tuo ID Apple. Nella pratica, questo significa che puoi installare su Mac tutte le app che hai già scaricato sul tuo iPhone o iPad.

Per estrarre un file IPA dal tuo iPhone o iPad puoi utilizzare app terze come iMazing:

  1. Collega il tuo dispositivo al Mac e lancia iMazing
  2. Seleziona “Apps” dal menu relativo al tuo iPhone o iPad
  3. Seleziona “Manage Apps” dalla scheda in basso
  4. Clicca su “Library” dalla nuova schermata di gestione delle app
  5. Scarica le app che desideri lanciare sul Mac Apple Silicon
  6. Tasto destro sull’app appena scaricata in iMazong e clicca su “Export ipa”

Dopo aver esportato l’IPA, basta un doppio clic sul file per installare il file come una normale app per Mac. Puoi quindi aprirla dal Finder, dal Launchpad o aggiungerla direttamente al dock di macOS. Questo procedimento funziona con la maggior parte delle app iPhone e iPad non presenti su Mac App Store, come Netflix, Dark Sky e Instagram.

Alcune applicazioni come WhatsApp o Apple Store, tuttavia, hanno dei requisiti aggiuntivi che ne impediscono l’apertura sul Mac. Inoltre, ricorda che questi sviluppatori hanno scelto di non rendere disponibili le loro app su Mac per un motivo.

In molti casi, le app sono instabili e non funzionano perfettamente su Mac. Netflix, ad esempio, non offre una modalità a schermo intero, né la possibilità di ridimensionare la finestra. Instagram funziona correttamente, anche se in una finestra ridotta. Le app Plex e TikTok funzionano senza troppi intoppi. In ogni caso, se noti qualcosa che non va sappi che non è colpa degli sviluppatori, visto che queste app non sono pensate in alcun modo per funzionare su Mac.

Tra l’altro, non ci sorprenderemmo se Apple in futuro bloccherà la possibilità di installare i file .ipa.

Guide Mac