Studio Display, la scarsa qualità della webcam non è solo un problema software

A quanto pare, nemmeno gli aggiornamenti software potranno risolvere la qualità della webcam dello Studio Display.

Il nuovo firmware dello Studio Display che dovrebbe migliorare la qualità della webcam integrata non sembra apportare grandi cambiamenti.

webcam studio display

Come ricorderete, uno dei problemi dello Studio Display rilevato dagli utenti è la scarsa qualità della webcam integrata rispetto alla fotocamera frontale di altri dipsositivi Apple. Nella maggior parte dei casi, le immagini appaiono sfocate e sbiadite, tanto che Apple aveva promesso un aggiornamento correttivo.

Questo update è stato rilasciato in beta nella giornata di ieri, ma dalle prime prove sembra che non ci siano poi così tanti cambiamenti nella qualità delle immagini riprese dalla webcam da 12 megapixel.

Come notato da diversi sviluppatori che hanno aggiornato lo Studio Display con l’ultima beta, Apple ha apportato alcune modifiche per rendere meno aggressivo il ritaglio dell’inquadratura centrale. Allo stesso tempo, dopo l’aggiornamento c’è molto meno rumore nelle immagini, oltre a un po’ di contrasto in più. In generale, però, la qualità è ancora inferiore rispetto ad altre webcam, soprattutto considerando il costo del monitor.

Di fatto, gli aggiornamenti software non saranno mai in grado di migliorare miracolosamente la qualità della webcam dello Studio Display per un motivo ben preciso che riguarda l’obiettivo grandangolare.

Come accennato prima, lo Studio Display integra una webcam da 12 megapixel, proprio come quella montata su iPhone e altri dispositivi Apple. Ma perché la webcam dello Studio Display è così diversa in termini di qualità dell’immagine?

Mentre la maggior parte dei dispositivi Apple ha una normale fotocamera frontale di tipo wide, Studio Display ha un obiettivo ultra-wide. Questo perché integra Center Stage, la funzione che utilizza l’apprendimento automatico per centrare sempre l’immagine sulla persona durante una videochiamata o una registrazione video. Poiché questa fotocamera non dispone di zoom ottico, Center Stage ritaglia digitalmente l’immagine per centrare le persone nell’inquadratura.

Quindi, mentre un iPhone è in grado di scattare foto e registrare video realmente a 12 megapixel, le fotocamere Center Stage catturano immagini a 12 megapixel utilizzando l’obiettivo ultra grandangolare e quindi le ritagliano digitalmente. Questo processo si traduce in immagini meno nitide.

Ad esempio, iPad Air di terza generazione ha una fotocamera frontale da sette megapixel che offre immagini più nitide rispetto a quelle di un più recente iPad mini 6 dotato di Center Stage. Ed è per questo che la webcam dell’iMac o del MacBook Pro avrà sempre una qualità migliore di quella dello Studio Display, perché non sono ultra-wide.

Questo significa che, salvo clamorose sorprese, nessun aggiornamento firmware potrà migliorare considerevolmente la qualità della webcam dello Studio Display. Le uniche due soluzioni possibili per risolvere questo problema sono utilizzare un sensore a risoluzione più alta, in modo che l’immagine ritagliata sia di almeno 12 megapixel, o un sensore più grande per catturare più luce, il che aiuterebbe a ridurre il rumore nell’immagine. Ovviamente, tutto questo potrebbe arrivare solo sulla seconda generazione dello Studio Display.

Apple MacBook Pro 14" M1 Pro in sconto su

News