Affinity Photo è la vera alternativa a Photoshop di Adobe, soprattutto su Apple Silicon!

Adobe Photoshop è il software di editing fotografico più popolare al mondo. Ma ha validi rivali?

Affinity Photo è un software incredibilmente potente e versatile che si propone come una vera alternativa al popolarissimo Adobe Photoshop. Compatibile con Mac, PC e iPad, quest’app per l’editing fotografico avanzato offre una serie infinita di possibilità.

affinity

Affinity Photo è un pluripremiato software per l’editing delle immagini e ha vinto una vasta gamma di riconoscimenti come, ad esempio, “Apple APP OF THE YEAR”, “App Store Editors’ Choice”, “TIPA Best Imaging Software” e “APP OF THE YEAR” su Stuff. Ma oltre a collezionare encomi, questo software offre una vasta gamma di strumenti per tutti gli utenti, dagli amatori ai veri e propri professionisti.

Quando affermiamo che questo software è la vera alternativa ad Adobe Photoshop lo facciamo sulla base di una serie di considerazioni che affondano le radici negli utilizzi professionali.

Supporto file RAW

affinity

Come i software di Adobe, con il famosissimo Camera RAW, anche Affinity Photo supporta pienamente i file “grezzi” e – spesso – non compressi delle varie fotocamere. Difatti, grazie a questo software sarà facilissimo eseguire tutte le regolazioni sulle foto in modo estremamente preciso e profondo. Una volta aperto un file RAW, Affinity Photo mostra automaticamente la sezione di editing e ottimizzazione del file, con tutti i tool per gestire esposizione, luci, ombre, curve, saturazione, bilanciamento del bianco, profili, distorsione lente, vignettatura e tanto altro. In più, sono disponibili i pennelli e le opzioni di sfumatura per gestire in modo selettivo le varie parti dell’immagine da correggere, esattamente come se fossero degli strumenti di mascheratura e di selezione.

Tra le caratteristiche dedicate allo sviluppo dei file RAW troviamo:

  • Correzione lenti professionale
  • Possibilità di regolare esposizione, punto del nero, bilanciamento del bianco e molto altro ancora
  • Visualizzazione di istogrammi, luci sovraesposte, ombreggiature e toni
  • Visualizzazione e modifica delle informazioni EXIF
  • Funzionalità per la riduzione di disturbo e pixel caldi
  • Importazione file XMP (solo metadati)
  • Modifica metadati
  • Elaborazione in gruppo dati riguardanti copyright e diritti

Non è presente un tool HSL direttamente dalle impostazioni RAW ma troveremo questo tool e tanti altri tool disponibili all’interno delle altre sezioni dell’editor.

Unione foto HDR e panoramiche

affinity

Come tutti i più recenti e performanti software di editing fotografico, grazie ad Affinity Photo è possibile assemblare foto panoramiche oppure unire più esposizioni per generare immagini HDR. La velocità del software è degna di nota e anche i risultati sono molto validi, comparabili a quelli del suo più grande competitor.

L’algoritmo HDR di Affinity Photo consente di creare immagini incredibilmente naturali che vanno a rendere giustizia all’intera gamma dinamica della scena:

  • Numero illimitato di immagini sorgente
  • Controlli per la mappatura dei toni completi
  • Allineamento e correzioni prospettiche

affinity photo

Infine, parlando di unione e fusione delle immagini è impossibile non menzionare il supporto all’“unione fuoco”. Si tratta di un sistema capace di unire facilmente più immagini, scattate a distanze focali differenti, per ottenere fotografie macro dettagliate. Affinity Photo si occupa dell’allineamento, ultimando un’analisi dettagliata per determinare quali siano le aree migliori da utilizzare di ciascuna immagine.

Affinity Photo legge i file .PSD

alternativa photoshop

Il software supporta i file con estensione .psd (quelli di Adobe Photoshop per intenderci) e permette a tutti gli utenti di importare documenti di Photoshop ed esportare documenti per Photoshop tutelando la compatibilità con una vasta gamma di software che operano sui file .psd. Certo, non sempre tutti i file vengono “convertiti” alla perfezione, soprattutto se si opera con grafiche e testi ma nel complesso i contenuti sono facili da lavorare su Photoshop e viceversa grazie al supporto dei plugin e dell’importazione degli oggetti avanzati. Un passo in più per essere considerato un’alternativa a Photoshop.

Le performance sono elevatissime, soprattutto su Apple Silicon

m1 pro

Le elevate performance del software, ottimizzato sia per i Mac con processore Intel che per i Mac con chip Apple Silicon M1, M1 Pro ed M1 Max, permettono agli utenti di lavorare su file di grandi dimensioni (oltre i 100MP) e di visualizzare le modifiche in tempo reale. Tra le caratteristiche di rilievo troviamo:

  • Modifiche interattive e in tempo reale
  • Supporto per immagini di grandi dimensioni (oltre 100 megapixel)
  • Panoramica e zoom a 60 fps
  • Apertura e modifica dei file .PSD e .PSB
  • Importazione di oggetti avanzati .PSD
  • Supporto per i documenti vettoriali più complessi
  • Set di impostazioni Studio per il layout UI e altri strumenti che consentono di risparmiare tempo
  • Supporto per OpenEXR e radianza HDR
  • Possibilità di importare le configurazioni di OpenColorIO
  • Supporto di monitor HDR/EDR

In più, chiunque abbia a disposizione il più recente modello di MacBook Pro dotato di chip M1 Pro oppure M1 Max potrà contare su straordinari miglioramenti in materia di velocità e performance, grazie all’update 1.10.3 che sfrutta, tra le altre cose, la nuova GPU, il display Liquid Retina XDR ed il refresh rate a 120Hz.

Leggi anche: Il MacBook Pro 14” (2021) con chip M1 Pro va oltre ogni aspettativa!

Strumenti e opzioni di ritocco: c’è tutto quello che serve

alternativa photoshop

Gli strumenti messi a disposizione da Affinity Photo sono tantissimi e, per la maggior parte dei casi, sono gli stessi di quelli offerti su Photoshop. Tra le varie opzioni, oltre ai tool di base, troviamo:

  • Possibilità di ritoccare e rendere uniforme la pelle grazie alla funzionalità di separazione della frequenza
  • Strumenti Scherma, Brucia, Clona, Toppa e Rimozione difetti
  • Spazio di lavoro dedicato per le funzionalità di scultura
  • Rimozione degli oggetti indesiderati grazie al magico pennello Inpainting
  • Correzione delle sfumature di colore, ottimizzazione delle immagini a infrarossi e i filtri live con la nuova modalità fusione Dividi
  • Pennello di selezione e bacchetta magica
  • Strumenti cornice di selezione e lazo
  • Affinamento avanzato delle selezioni
  • Dipingere per selezionare
  • Strumento Penna

E non solo strumenti di ritocco ma anche la possibilità di usare questi tool come se fossero livelli sovrapposti e non distruttivi, alla pari degli “oggetti avanzati” di casa Adobe. Non manca la possibilità di applicare effetti ai singoli livelli oppure a gruppi di livelli e di gestire le maschere. In più è disponibile un tool capace di sfruttare la funzione “fluidifica” direttamente sul livello e non sull’immagine effettiva.

affinity photo

Il numero di livelli che si possono inserire in un progetto? Illimitato, così come il numero di effetti, le maschere e le correzioni. Inoltre, grazie all’ottimizzazione per i nuovi chip di casa Apple, muoversi su file immensi non crea il minimo problema all’esperienza d’uso che resta fluida e reattiva.

E i pennelli? Non c’è da preoccuparsi

alternativa photoshop

I pennelli su Affinity Photo vengono gestiti in modo impeccabile, come avviene anche su Photoshop. All’interno della libreria del software è già inclusa una vasta gamma di pennelli dall’enorme potenziale creativo ma non manca la possibilità di creare pennelli personalizzati con modifiche avanzate e di combinare più pennelli per creare un unico tratto.

Ma la vera, grande, caratteristica chiave è la possibilità di importare i pennelli realizzati per Adobe Photoshop (formato .abr) così da usarli senza problemi in Affinity. Questa caratteristica fa subito capire quanto questo software sia professionale e sia sempre pronto a ricevere nuovi utenti; utenti che non dovranno ricominciare tutto da zero e che potranno importare i pennelli che usano quotidianamente su Photoshop.

Affinity Photo è su Mac, PC e iPad

affinity photo ipad

Affinity Photo è disponibile sulle più importanti piattaforme al mondo: Windows, macOS e iPadOS. I file di Affinity possono essere letti e gestiti alla perfezione su qualsiasi piattaforma si scelga di utilizzare, con il vantaggio di potersi spostare da una macchina all’altra in base alle esigenze. Impossibile non menzionare il pieno supporto alla Apple Pencil per iPad che rende il tablet di Apple una vera e propria tavoletta grafica smart.

Prezzi e conclusioni: Affinity Photo è la vera alternativa ad Adobe Photoshop?

alternativa photoshop

Entrambi i software sono di altissimo livello e si caratterizzano per un grande passato e una grande qualità. Sono passate decine di anni per entrambe le aziende (Adobe e Serif) e i software riescono a darsi ancora battaglia. Ci sono diversi motivi per i quali Photoshop sarebbe da preferire come alternativa ad Affinity e viceversa.

Affinity Photo non ha tutte le nuove opzioni basate sull’intelligenza artificiale di Adobe e risente della mancanza di alcune caratteristiche avanzate, tuttavia viene offerto senza abbonamento e garantisce un notevole risparmio ai clienti.

alternativa photoshop

Infatti, per usare Affinity Photo bastano solamente 54,99€ per Mac (o PC) e 9,99€ per iPad. Nessun abbonamento e licenza a vita. Si tratta, quindi, di un grande competitor che offre una vasta gamma di funzionalità per amatori e professionisti e che si caratterizza per un modello di business fortemente orientato al risparmio del consumatore finale.

La scelta dipende, ancora una volta, dalle esigenze dell’utente ma è anche vero che chi cerca una valida alternativa a Photoshop, probabilmente non è a conoscenza di quelle poche ma esclusive funzionalità che rendono il software di Adobe indispensabile per alcune tipologie di lavoro e che, quindi, può essere totalmente soddisfatto da tutti gli strumenti messi a disposizione da Affinity Photo.

Mac mini in sconto su

Approfondimenti