I giudici respingono la class action per il Flexgate dei MacBook Pro

Importante vittoria legale di Apple negli Stati Uniti per i problemi ai display di alcuni MacBook Pro.

La Corte Federale della California ha respinto una class action contro Apple relativa ai problemi dei display di alcuni MacBook Pro.

flexgate macbook pro

I querelanti avevano accusato Apple di aver nascosto consapevolmente un presunto difetto del cavo flessibile del display utilizzato su alcuni modelli di MacBook Pro 13 e 15 pollici. Il giudice ha affermato che il difetto è apparso dopo il periodo di garanzia, ma che Apple non era tenuta a rivelarlo perché non si trattava di un problema di sicurezza.

Malgrado questa decisione, il giudice ha detto ai querelanti che potranno presentare una nuova class action se riusciranno ad includere la prova che il Flexgate era un rischio per la sicurezza e che Apple ne era consapevole ben prima delle prime segnalazioni degli utenti.

Il problema‌ ha interessato i MacBook Pro rilasciati nel 2016 e nel 2017, con alcuni modelli che hanno iniziato a mostrare un’illuminazione irregolare nella parte inferiore dello schermo dopo alcuni anni. Questo effetto da “luce da palcoscenico” poteva portare ad un guasto completo del sistema di retroilluminazione.

Il sito di riparazione iFixit scoprì che il problema era causato da un delicato cavo flessibile che tendeva a consumarsi e rompersi dopo ripetute aperture e chiusure del display. Apple ha poi aggiornato questo cavo con i MacBook Pro 2018 e ha lanciato un programma di riparazione gratuito per i modelli da 13 pollici

La class action chiedeva la restituzione di tutti i costi attribuibili alla riparazione dei MacBook Pro che avevano presentato il problema e l’espansione del programma gratuito anche per i MacBook da 15 pollici.

MacBook Air M1 in sconto su

News