WWDC 2020: ecco le novità nella gestione dei dispositivi Apple

Alla WWDC si è tenuta la consuete sessione intitolata "Cosa c'è di nuovo nella gestione dei dispositivi Apple?". Scopriamo tutte le novità.

Anche quest’anno alla WWDC 2020 si è tenuta la sessione intitolata “Cosa c’è di nuovo nella gestione dei dispositivi Apple?” che descrive nel dettaglio i miglioramenti delle API MDM di Apple e altre funzionalità che gli amministratori di sistema possono utilizzare nella gestione dei dispositivi Apple all’interno dell’azienda.

Lights Out Management per Mac Pro

Per le persone che gestiscono i data center, le nuove funzionalità per Mac Pro saranno una gradita aggiunta. Lights Out Management per Mac Pro consentirà di avviare, spegnere e riavviare in remoto un Mac Pro, ma sarà necessario avere installato macOS Big Sur e il nuovo payload di Lights Out Management dal fornitore MDM.

Il server MDM invierà un comando a un controller LOM sulla stessa sottorete (subnet), che comunicherà quindi con i dispositivi abilitati LOM. Per i gestori di data center, questa funzionalità accelererà molti processi.

Modifiche alla supervisione del Mac

Qualsiasi Mac registrato in una MDM approvata dall’utente avrà ora le stesse funzionalità di un Mac registrato tramite il programma di registrazione del dispositivo. Per gli ambienti BYOD, questa modifica aiuterà in modo significativo i dipartimenti IT.

Gestione aggiornamenti software

Con macOS Big Sur, Apple aggiunge anche novità al funzionamento dell’aggiornamento software. Ora si potrà forzare i client Mac ad accettare gli aggiornamenti e quindi a riavviare la macchina. Le principali versioni di aggiornamenti macOS ora possono essere rinviate fino a 90 giorni. Apple sta inoltre rimuovendo il catalogo degli aggiornamenti software e il Flag Ignore per i dispositivi gestiti.

Memorizzazione nella cache dei contenuti

La memorizzazione dei contenuti nella cache è un ottimo modo per accelerare i download di app, libri e altri contenuti sulla rete. Invece di farli scaricare ad ogni utente, il file viene scaricato una sola volta e condiviso sulla rete locale. Apple sta aggiungendo nuove metriche relative alla memorizzazione nella cache dei contenuti utilizzando un nuovo comando Content Caching Information MDM. Questo comando aiuterà a determinare se la memorizzazione dei contenuti nella cache è attiva, funzionante e velocizzerà il download dei contenuti dei dispositivi. La memorizzazione nella cache dei contenuti ora supporta Internet Recovery per rendere più veloce il ripristino dei dispositivi.

Se volete avere maggiori informazioni potete dare un’occhiata al video realizzato da Apple.

News