Addio tastiera a farfalla, storia di un piccolo fallimento

Con il nuovo MacBook Pro da 13 pollici, Apple abbandona definitivamente la problematica tastiera con meccanismo a farfalla.

Finalmente non esistono più MacBook con tastiera a farfalla venduti da Apple! Addio problemi vari e tasti che non funzionano: con i nuovi MacBook Pro 13 rilasciati ieri, la lineup Apple non include più alcun portatile con la vecchia tastiera.

MacBook Pro 13

La nuova tastiera a forbice

Come già visto con i MacBook Pro da 16″ e con i MacBook Air 2020, la nuova variante da 13 pollici può contare sulla Magic Keyboard con meccanismo a forbice ridisegnato ed escursione di 1 mm, per scrivere in modo più comodo e stabile e con la massima affidabilità. La Magic Keyboard ha anche un tasto “Esc” fisico oltre a Touch Bar e Touch ID, per garantire una migliore esperienza di digitazione.

Questo significa che da oggi tutti i laptop venduti direttamente da Apple montano tastiere con meccanismo a forbice, che garantiscono un’affidabilità nettamente superiore rispetto ai vecchi modelli.

La soluzione  a farfalla adottata per tanti anni da Apple doveva portare diverse innovazioni, e sulla carta i presupposti c’erano tutti. Purtroppo, gli utenti hanno avuto tantissimi problemi, tanto che Apple ha dovuto attivare diversi programmi di riparazione gratuita.

La storia di un fallimento

La tastiera a farfalla dei MacBook può essere definito un classico esempio di quanto possa essere difficile il design di un prodotto. Questi tasti richiedevano meno spazio rispetto a un normale meccanismo a forbice, permettendo ad Apple di creare MacBook più sottili. Inoltre, il meccanismo era più sensibile alle pressioni decentrate dei tasti.

Il design della tastiera a farfalla ha debuttato con il MacBook 2015, per poi passare alla linea MacBook Pro nel 2016. E da lì sono iniziati i problemi. I tasti spesso smettevano di funzionare quando polvere o altri detriti rimanevano intrappolati sotto di loro. Come notato da iFixit nel 2018, “il difetto di base è che questi tasti ultrasottili sono molto sensibili al particolato. La polvere può impedire al keycap di premere l’interruttore e disabilitare il meccanismo di ritorno“.

A peggiorare le cose, il meccanismo a farfalla è così delicato che si rompe spesso quando si tenta di sostituire il cappuccio dei tasti. Inoltre, l’abitudine di Apple di incollare insieme i componenti del MacBook ha amplificato il problema, come riportava iFixit: “La tastiera stessa non può essere semplicemente sostituita. Devi anche sostituire contemporaneamente la batteria, il trackpad e gli altoparlanti incollati alla tastiera“.

Apple ha sempre affermato che il problema riguardava un numero limitato di utenti, ma nei fatti le sostituzioni richieste sono state tantissime in tutto il mondo. Nel 2018, Apple ha dovuto anche attivare un programma di riparazione gratuita per i modelli dal 2015 in poi.

Nel corso del tempo, e fino al MacBook Pro 16 del 2020, Apple ha continuato ad utilizzare la tastiera a farfalla su tutti i MacBook Air e MacBook Pro lanciati nel corso del tempo, anche se con qualche piccola modifica che, però, non risolveva del tutto il problema.

Adesso questi inutili tentativi di aggiustare qualcosa di irreparabile sono terminati e Apple ha finalmente deciso di adottare la più affidabile tastiera con meccanismo a forbice.

Ovviamente, in commercio su canali diversi dal sito Apple ci sono ancora tanti modelli di MacBook, MacBook Air e MacBook Pro con tastiera a farfalla, anche se le ultime versioni erano comunque più affidabili. Al momento gli unici laptop Apple a montare una tastiera a forbice sono il MacBook Pro da 16 pollici del 2019, il MacBook Air 2020 e il MacBook Pro 13 del 2020. Tutti gli altri modelli precedenti vengono forniti con tastiera a farfalla.

News