Tim Cook ha aperto la D10 Conference con un’intervista sugli obiettivi aziendali, il mercato dei computer e molto altro

Nella scorsa notte Tim Cook è aperto ufficialmente la decima edizione della AllThingsDigital (D10). Nel suo intervento si è discusso principalmente del ruolo dei tablet e di molte altre curiosità relative all’azienda.

Sul palco, insieme al CEO Tim Cook, erano presenti Walt Mossberg e Kara Swisher, entrambi hanno rivolto una serie di domande non tanto relative al prossimo iPhone, ma più che altro sulle policy aziendali, ovvero le direttive che la società sta attualmente adottando per avanzare nel corso del tempo. Pochi giorni fa vi avevamo parlato dell’articolo di Fortune in cui si parlava del fatto che Cook stesse letteralmente cambiando l’azienda, alla corrispettiva domanda il CEO ha risposto:

Non penso di aver letteralmente sconvolto l’azienda, tuttavia abbiamo l’idea di raddoppiare la segretezza dei nostri prodotti. Sono serio. Allo stesso tempo vogliamo essere più trasparenti in altri aspetti, come nell’impegno per l’energia rinnovabile, per le condizioni dei lavoratori e molto altro.

Sebbene Apple fosse già una delle principali realtà nelle quali era difficile carpire informazioni prima del dovuto, pare che l’intenzione sia quella di intensificare ancor di più i controlli. In rete c’è grande fermento sulla possibilità che l’azienda faccia il suo esordio nel mondo delle televisioni con un proprio dispositivo, ecco allora che una parte dell’intervista è stata proprio dedicata al suddetto argomento. Ricordiamo infatti che non molto tempo fa, lo stesso Cook aveva definito la Apple TV come “interessante, ma solamente un hobby”; a quanto pare, il CEO sta lentamente cambiando la propria idea in merito.

Questa è un’area di grande interesse per noi. Molti di noi guardano la TV solamente attraverso la Apple TV. Questo è il mio modo di vedere, tutti i miei film provengono dalla Apple TV. Allo stesso modo, la soddisfazione dell’utente per tale prodotto è a dir poco incredibile. La nostra intenzione è quella di continuare su questa strada e vedere dove potremo arrivare. Molte persone non sono soddisfatte dell’esperienza offerta dai dispositivi attuali. Il settore è sicuramente interessante, attualmente il nostro unico contributo è la Apple TV.

Nel creare un qualcosa di innovativo in merito, ci siamo posti moltissime domande. In primis, cosa possiamo offrire di diverso rispetto a quanto presentato da tutti gli altri produttori del settore? Possiamo riuscire a creare un prodotto che possa essere apprezzato da tutti quanti? Possiamo riuscire a controllare la tecnologia chiave?. Queste sono le domande che ci poniamo ogni qualvolta andiamo a creare un nuovo dispositivo, indipendentemente dal settore in cui verra lanciato.

Nel frattempo pare che Cook abbia già le idee chiare per il futuro, infatti egli è convinto che presto i tablet sconfiggeranno i computer diventando il dispositivo più utilizzato al mondo.

Ho sempre creduto che il mercato dei tablet fosse più grande di quello dei PC. Molte persone semplicemente mi hanno riso in faccia, ma i dati di oggi sono alle mercè di tutti ed il meglio deve ancora venire. La maggior parte delle persone che ora ci stanno ascoltando spenderanno moltissimo tempo con il proprio iPad, io stesso utilizzo maggiormente il tablet rispetto al computer. E sia chiaro, io amo il mio Mac.

Un ultimo pensiero viene rivolto all’ex fondatore di Apple Steve Jobs, mentore e predecessore di Tim Cook.

Ho imparato molto da Steve. Il giorno in cui è trapassato è stato uno dei più brutti della mia vita. Tuttavia la tristezza è stata rimpiazzata dalla determinazione di riprendere il viaggio, non tanto come azienda, ma dal punto di vista personale. Nel nostro settore siamo in, egli ci ha insegnato a fare grandi cose e non accettare solamente il bene. Apple è segnata da una cultura dell’eccellenza e non mi permetterei mai di cambiarla o facilitare l’abbandono della stessa.

Uno dei più grandi insegnamenti di Steve è stato quello di vivere ogni giorno come fosse l’ultimo, la vita è fragile, per questo motivo è necessario dare il massimo tutti i giorni.

Come specificato questi sono solamente i punti chiave dell’intervista, per maggiori informazioni potete leggere la trascrizione completa di MacRumors oppure vedere il video ufficiale dell’intervista (entrambi in lingua inglese).

MacBook Air M2 in sconto su amazon logo

News