Apple presenta MacBook Pro con chip M2 Pro e M2 Max

Le novità dei portatili con Apple Silicon M2 Pro ed M2 Max.

Apple ha annunciato i nuovi MacBook Pro da 14″ e 16″ con processori M2 Pro e M2 Max, per offrire agli utenti prestazioni con ancora più efficienza energetica e un’autonomia superiore.

macbook pro 2023

Con i nuovi processori, il MacBook Pro 2023 risulta fino a sei volte più scattante rispetto al modello più veloce di MacBook Pro con processore Intel, mentre il color grading è fino a due volte più veloce.

Grazie all’efficienza energetica di M2 Pro e M2 Max, l’autonomia del MacBook Pro è la migliore mai vista su Mac e può arrivare fino a 22 ore. Il nuovo MacBook Pro supporta il Wi-Fi 6E, che è fino a due volte più veloce rispetto alla generazione precedente, e anche un HDMI avanzato, che supporta per la prima volta i monitor 8K.

Con fino a 96GB di memoria unificata nel modello con chip M2 Max, completano le dotazioni del MacBook Pro il display Liquid Retina XDR, le numerose opzioni di connettività, la videocamera FaceTime HD a 1080p, il sistema audio a sei altoparlanti e i microfoni di qualità professionale. Piccola curiosità, il caricabatterie MagSafe è abbinati ai colori del MacBook Pro.

Efficienza energetica con M2 Pro e M2 Max

Grazie a M2 Pro e M2 Max, MacBook Pro è in grado di gestire al meglio i flussi di lavoro professionali in tanti ambiti.

MacBook Pro con M2 Pro ha una CPU 10-core o 12-core con fino a otto high-performance core e quattro high-efficiency core, per prestazioni fino al 20% superiori rispetto al chip M1 Pro. Con 200 GBps di banda di memoria unificata, il doppio rispetto al chip M2, e fino a 32GB di memoria unificata, gli utenti sono in grado di gestire progetti di grandi dimensioni ed eseguire diverse app professionali contemporaneamente a velocità elevate.

m2 pro

La GPU di ultima generazione con fino a 19 core offre prestazioni grafiche fino al 30% superiori, mentre il Neural Engine è il 40% più veloce nelle attività di machine learning come l’analisi video e l’elaborazione delle immagini. Il media engine in M2 Pro gestisce perfettamente i codec video più popolari, accelerando notevolmente la riproduzione e la codifica video con un consumo minimo di energia.

Qualche esempio fornito da Apple:

  • Il rendering di titoli e animazioni in Motion è fino all’80% più scattante rispetto al modello più veloce di MacBook Pro con processore Intel e fino al 20% più veloce rispetto alla generazione precedente.
  • La compilazione di codice in Xcode è fino a 2,5 volte più scattante1 rispetto al modello più veloce di MacBook Pro con processore Intel e quasi il 25% più veloce rispetto alla generazione precedente.
  • L’elaborazione delle immagini in Adobe Photoshop è fino all’80% più scattante rispetto al modello più veloce di MacBook Pro con processore Intel e fino al 40% più veloce rispetto alla generazione precedente.

MacBook Pro con M2 Max ha una GPU fino a 38-core e prestazioni grafiche fino al 30% migliori rispetto al chip M1 Max, e include inoltre 400 GBps di banda di memoria unificata, il doppio rispetto al chip M2 Pro. Con fino a 96GB di memoria unificata, MacBook Pro permette flussi di lavoro impegnativi come la creazione di scene con geometrie 3D e texture estreme o il photomerge di immagini panoramiche di grandi dimensioni.

M2 Max ha una CPU 12-core di nuova generazione con fino a otto high-performance core e quattro high-efficiency core che offrono prestazioni fino al 20% superiori rispetto al chip M1 Max e un media engine più potente rispetto al chip M2 Pro.

Qualche esempio:

  • Il rendering degli effetti in Cinema 4D è fino a sei volte più veloce rispetto al modello più veloce di MacBook Pro con processore Intel e fino al 30% più veloce rispetto alla generazione precedente.
  • Il color grading in DaVinci Resolve è fino a due volte più scattante1 rispetto al modello più veloce di MacBook Pro con processore Intel e fino al 30% più veloce rispetto alla generazione precedente.

Connettività MacBook Pro 2023

MacBook Pro supporta ora il Wi-Fi 6E che permette una connettività wireless più veloce e anche un’interfaccia HDMI più avanzata, che supporta i monitor 8K fino a 60Hz e i monitor 4K fino a 240Hz. Abbiamo anche tre porte Thunderbolt 4 per connessioni ad alta velocità alle periferiche, lo slot SDXC card e la porta di ricarica MagSafe 3.

Ambiente

MacBook Pro è stato progettato in modo da ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente e utilizza il 100% dei seguenti materiali riciclati: alluminio nel guscio, terre rare riciclate in tutti i magneti, stagno per le saldature della scheda logica e oro nelle placcature di vari circuiti stampati. Inoltre contiene almeno il 35% di plastica riciclata in diversi componenti e rispetta i rigidi standard Apple in materia di efficienza energetica. MacBook Pro è privo di numerose sostanze tossiche e il packaging è composto per il 97% da fibre.

Prezzi e disponibilità

I nuovi MacBook Pro con chip M2 Pro e M2 Max possono essere ordinati a partire da oggi, 17 gennaio. Le consegne inizieranno martedì 24 gennaio, quando saranno disponibili anche negli Apple Store e presso i Rivenditori Autorizzati Apple.

Il nuovo MacBook Pro da 14″ con chip M2 Pro ha un prezzo a partire da 2.499€ e 2.309€ per il settore Education; MacBook Pro da 16″ con chip M2 Pro ha un prezzo a partire da 3.099€ e 2.849€ per il settore Education.

Il nuovo MacBook Pro da 14″ con chip M2 Max ha un  a partire da 3.799€; MacBook Pro da 16″ con chip M2 Max ha un prezzo a partire da 4.249€.

Il nuovo MacBook Pro da 14″ e 16″ può essere ordinato a partire da oggi e sarà disponibile da martedì 24 gennaio.

iMac in sconto su

News