M2 Max, i primi benchmark offrono i dettagli su caratteristiche e prestazioni

Emergono online i primi dettagli sui chip Apple Silicon "M2 Max".

I primi benchmark dell’atteso chip “M2 Max” sono stati condivisi online, offrendoci uno sguardo più da vicino ai livelli di prestazioni e ai dettagli specifici del prossimo processore Apple Silicon.

MacBook Pro M2 Pro e M2 Max

I risultati Geekbench si riferiscono a una configurazione Mac con il chip ‌M2‌ Max, una CPU a 12 core e 96 GB di memoria. Il Mac elencato è identificato come “Mac14,6“, che potrebbe essere il prossimo MacBook Pro o il Mac Studio di nuova generazione. Apple offre un massimo di 64 GB di memoria sugli attuali MacBook Pro da 14 e 16 pollici, mentre il ‌Mac Studio‌ può essere configurato con un massimo di 128 GB di memoria con l’M1 Ultra.

Secondo i test, il chip ‌M2‌ Max ha segnato 1.853 in single-core e 13.855 in multi-core. Per fare un confronto, il chip M1 Max nel Mac Studio arriva a 1.755 in single-core e a 12.333 in multi-core. Se i risultati del chip ‌M2‌ Max sono accurati, l’aumento delle prestazioni del nuovo processore sarà limitato.

Il chip ‌M2‌, annunciato a giugno 2022, si basa su una versione migliorata del processo a 5 nm di TSMC. Quale processo di fabbricazione avranno i prossimi chip ‌M2‌ Pro e ‌M2‌ Max non è del tutto chiaro. Sebbene possano presentare lo stesso processo a 5 nm migliorato del chip ‌M2‌ standard, si dice anche che potrebbe passare a 3 nm, offrendo prestazioni ed efficienza energetica migliorate.

Secondo i risultati, il chip è stato testato su un Mac con macOS Ventura 13.2, che attualmente è in fase di test interna presso Apple. Si dice che i primi Mac con chip ‌M2‌ Pro e ‌M2‌ Max saranno i MacBook Pro da 14 e 16 pollici attesi nei primi mesi del 2023. Entro la metà dell’anno prossimo potrebbe poi essere rilasciato il nuovo Mac Studio.

iMac in sconto su

Hardware