Nuovi MacBook Pro, dagli USA le prime recensioni

A meno di 24 ore dall'arrivo dei primi MacBook Pro nelle case dei clienti, diamo uno sguardo alle recensioni della stampa USA.

Dagli Stati Uniti arrivano le prime recensioni dedicate ai nuovi MacBook Pro da 14 e 16 pollici.

macbook pro recensioni

Le prestazioni di M1 Pro e M1 Max

Sia il MacBook Pro da 14 pollici che quello da 16 pollici possono essere configurati con processori M1 Pro o M1 Max, con entrambi i chip dotati di una CPU fino a 10 core. La differenza tra i chip si riduce alla grafica, con M1 Pro disponibile con GPU fino a 16 core e M1 Max disponibile con GPU fino a 32 core.

I primi risultati dei banchmark hanno rivelato che i chip M1 Pro e M1 Max sono oltre 1,5 volte più veloci del chip M1 della generazione precedente, mentre le performance grafiche migliorano ancora di più.

prestazioni m1 pro m1 max

Sulle prestazioni dei nuovi MacBook Pro si è espresso MobileSyrup:

Durante le mie prove del MacBook Pro da 14 pollici e il suo chip M1 Pro, non ho riscontrato una singola istanza di rallentamento, anche durante la modifica delle foto con Lightroom e Photoshop CC, o mentre editavo video in Premiere CC con monitor esterno 4K HDR collegato. In effetti, le ventole del laptop si sono accese solo durante l’esportazione di un file video 4K.

Come riportato in precedenza, i modelli MacBook Pro da 16 pollici configurati con un chip M1 Max presentano una nuova modalità ad alta potenza progettata per massimizzare le prestazioni durante carichi di lavoro intensi e sostenuti. Inoltre, una delle particolarità di questi chip è che sfruttano la massima potenza anche se il MacBook Pro non è collegato all’alimentatore.

Design: tacca, tastiera e non solo

Le principali modifiche al design dei nuovi MacBook Pro includono una tacca nella parte superiore del display che ospita una webcam 1080p, oltre a una tastiera rinnovata con un design completamente nero e tasti funzione al posto della Touch Bar.

Nilay Patel di The Verge:

E sì, il display ha una tacca, che sappiamo sarà polarizzante, ma ho smesso subito di notarla, proprio come tutti smettono di vedere la tacca dell’iPhone. Vedremo come mi sentirò dopo qualche altro giorno con questa cosa.

Todd Haselton della CNBC:

Mi piace che Apple si sia sbarazzata della Touch Bar in alto, che non ho trovato molto utile sui precedenti modelli di MacBook Pro, e l’ha invece sostituita con tasti funzione a grandezza standard facili da toccare per regolare il volume, la luminosità dello schermo e altro ancora.

Nuove porte: HDMI, slot per schede SD e MagSafe

Apple ha ripristinato molte delle porte che aveva precedentemente rimosso nel 2016, tra cui una porta HDMI, uno slot per schede SD e MagSafe magnetico per la ricarica.

Dan Ackerman di CNET:

È come se i designer Apple abbiano deciso di esaminare tutti i feedback che hanno ricevuto negli ultimi anni anni e poi scelto le cose richieste maggiormente dagli utenti (con scuse a chiunque volesse che mini-DisplayPort o DVI tornassero).

L’HDMI è qualcosa che le persone hanno chiesto di riavere. È fantastico essere lungimiranti, ma l’HDMI rimane immensamente utile, anche se sta diventando più una porta legacy. Questo è anche il motivo per cui abbiamo avuto laptop con porte VGA per così tanti anni dopo la loro scomparsa ufficiale. Le persone hanno dispositivi più vecchi o legacy, come stampanti, proiettori, display, ecc., e vogliono essere in grado di collegarli immediatamente, con un cavo abbastanza comune da poter essere trovato nel cassetto della scrivania.

Display: mini-LED e ProMotion

I nuovi MacBook Pro sono dotati di display Liquid Retina XDR con retroilluminazione mini-LED per una luminosità fino a 3 volte superiore durante la visualizzazione di contenuti HDR, mentre l’aggiunta di ProMotion consente una frequenza di aggiornamento adattiva tra 24Hz a risparmio energetico e un aspetto super fluido a 120Hz a seconda del tipo di contenuto visualizzato sullo schermo.

Caitlin McGarry di Gizmodo:

I nuovi display sono stati anche aggiornati con la funzione ProMotion dell’iPad Pro, che è così buona che ora già mi sembra strano usare un laptop senza di essa. ProMotion, che è attivata per impostazione predefinita, consente di regolare la frequenza di aggiornamento tra 10 Hz e 120 Hz, a seconda di ciò che stai facendo. Puoi disattivare ProMotion e utilizzare il Pro a una frequenza di aggiornamento fissa (47,95 Hz, 48 Hz, 50 Hz, 59,94 Hz o 60 Hz) se lo desideri, ma ho provato a usarlo a 60 Hz e ho trovato la differenza troppo evidente dopo quasi una settimana a 120Hz. È tutto davvero molto più fluido con ProMotion attivato.

Durata della batteria

Apple ha affermato che i nuovi modelli di MacBook Pro offrono fino a 10 ore in più di durata della batteria rispetto ai modelli della generazione precedente.

Devindra Hardawar di Engadget:

L’efficienza del design ARM del chip M1 Pro porta a grandi prestazioni della batteria. Il MacBook Pro da 14 pollici è durato 12 ore e 35 minuti nel nostro benchmark, mentre il 16 pollici è durato 16 ore e 34 minuti. Sono oltre cinque ore in più rispetto all’ultimo modello Intel.

Con prestazioni elevate, il ritorno di porte utili come HDMI e uno slot per schede SD, oltre ai display migliorati, i nuovi modelli MacBook Pro sono stati considerati da tutti come perfetti per i professionisti.

 

MacBook Air M1 in sconto su

News